Non è vero. Il viaggio non finisce mai. Solo i viaggiatori finiscono. E anche loro possono prolungarsi in memoria, in ricordo, in narrazione. Quando il viaggia
-- Josè Saramago


Nicosia Prof. Concetto

Nicosia_concetto_fotografia Storico dell’arte, Concetto Nicosia ha insegnato all’Università di Bologna, prima al Dams, poi al Dipartimento arti visive. I suoi studi e le sue ricerche spaziano dal rinascimento sino al diciannovesimo secolo. Tra le pubblicazioni più recenti ricordiamo l’itinerario artistico di Bologna e provincia della versione 1991della guida Touring dell’Emilia-Romagna; un saggio sull’Arte emiliana dall’unità a oggi nel volume della Storia d’Italia Einaudi dedicato all’Emilia-Romagna (Einaudi, Torino 1997); saggi su La riforma mancata. La crisi ottocentesca dell’educazione artistica, in Istituzioni culturali in Italia nell’Ottocento e nel Novecento, a cura di G. Tortorelli (Pendragon, Bologna 2003); I palazzi incantati. La scuola bolognese dell’architettura dipinta, pp. 45-53 e nove schede, in Il disegno come genesi della pittura, a cura di P. P. Quieto, Edifir, Firenze 2004; Dalla mitografia all’iconologia, in “Rara Volumina”, 1-2, 2004, pp. 87-105; Il “Grand Tour” e l’educazione della nobiltà italiana, in Educare la nobiltà, a cura di G: Tortorelli, Pendragon, Bologna 2005, pp. 61-92; lo studio monografico su Arte e accademia nell’ottocento, pubblicato nel 2001 dalla Minerva Editrice. Ha organizzato la mostra monografica del paesaggista Giambattista Bassi (Massalombarda 1984), ha collaborato alle mostre sul Romanticismo (Trento 1993), sulla Raccolta Gaetano Marzotto (Vicenza 1994), su Füssli (fondazione Magnani Rocca 1997), sulle collezioni estensi (Sovrane passioni, Modena 1998), sulla corte di Ferrara nel rinascimento (Une Renaissance singuliere. La cour d’Este a Ferrara, Bruxelles 2003; Este a Ferrara. Una corte nel Rinascimento, Ferrara 2004). Segretario dell’Accademia Clementina di Bologna, è redattore responsabile della rivista “Accademia Clementina”.